Come ogni anno il nostro Collegio ha partecipato al Torneo di Tennis a Squadre e Open singolare per Geometri che si è svolto a Cervia (RA) dal 21 al 24 giugno sotto un sole veramente cocente.

La manifestazione ha avuto anche un carattere culturale ed è stata basata sui principi solidaristici e di aggregazione sociale finalizzati alla valorizzazione dell’immagine professionale del Geometra.

Un ringraziamento alla GEOSPORT, nostra Associazione di categoria, per la gestione dell’evento e un plauso sia al Collegio dei Geometri di Ravenna che al Comune di Cervia per l’organizzazione e l’accoglienza dei numerosi Collegi partecipanti.

Il nostro Collegio ha conquistato il 2° e il 3° posto del Torneo Open singolare che si sono rispettivamente aggiudicati i colleghi Michele Argelassi, peraltro reduce da un recente infortunio e Flavio Fabbri; il 1° posto quest’anno al collega Becherini L. del Collegio dei Geometri di Pisa.

Nel Torneo a Squadre invece, dopo Brescia e Torino rispettivamente 1° e 2° classificate, ci siamo aggiudicati il 3° posto con i colleghi Alberto Amore Bianco, Giacomo Puccioni, Giovanni Genovesi, Marco Baldini e Sandro Bettini.

Per un piccolo Collegio come il nostro in confronto ad altri Collegi ben più grandi ed organizzati come Brescia, Torino e Arezzo che si sono presentati con due squadre ciascuno, oltre a Roma, Pisa, Pesaro Urbino, Rimini e Ravenna, aver raggiunto questi risultati è stata una dimostrazione di determinazione, di orgoglio e di aggregazione in cui è prevalso lo spirito di "squadra" prima ancora delle ottime prestazioni dei singoli, peraltro avvenute in concomitanza di un caldo insopportabile.

L’impegno economico del Collegio si è limitato all’Iscrizione al Torneo e ai piccoli doni e gadget di rito per lo scambio fra le squadre, mentre tutto il resto delle spese, unitamente al tempo non dedicato al lavoro, ha fatto carico ai partecipanti.

Un ringraziamento agli atleti e al Segretario Dario Cerrai che ha accompagnato e motivato la squadra e che si è occupato della logistica. Tutti insieme, oltre alla passione e all'impegno, sono stati un esempio di dovere, di sportività e di correttezza sia dentro che fuori dal campo rappresentando così al meglio il Collegio dei Geometri di Livorno.